DirectX 12

Le API di DirectX 12 per potenziare il rendimento dei videogiochi sono preinstallate in Windows 10 e ne hanno corretto alcuni problemi

9/10 (6 Voti)

Da Windows 95 in poi, Microsoft ha sviluppato una versione dopo l'altra di DirectX, la sua raccolta di API il cui obiettivo è semplificare i compiti più complessi di sviluppo multimediale. Pensata specialmente per la programmazione dei videogiochi, ha permesso a Windows di consolidarsi come piattaforma per il gaming diventando concorrenziale rispetto alle videoconsole e addirittura superandole spesso per rendimento e prestazioni.

La versione 12 di DirectX

Prima di Windows 10 tutte le versioni di questo pack di API si potevano scaricare in modo indipendente, non erano incluse nel sistema operativo. In altre parole, ancora oggi se ti serve per un Windows 8.1, 7 o Vista (in caso tu abbia disseppellito il tuo vecchio PC), puoi scaricare DirectX 9, 10 o 11, mentre con l'ultima versione del sistema operativo di Microsoft DirectX 12 arriva integrato.

Dx12 è totalmente compatibile con schede grafiche che supportano DX11.

Ecco le principali novità che presenta:

  • Divisione del lavoro di CPU e GPU per processi indipendenti e dedicati, ottenendo un rendimento superiore.
  • Sono stati corretti errori che impedivano di sapere quando la GPU interpretava in modo errato le istruzioni e quale fosse la causa di questi errori.
  • È stato migliorato il debugging sia nelle informazioni che nei comandi. In altre parole, è più facile identificare un errore e per l'utente è più semplice notificarlo e cercare di risolverlo.
  • Supporto per risoluzione in 4K.
  • Miglioramenti mirati ai portatili.

Tuttavia questo miglioramento del rendimento non si riflette in alcuni benchmark, poiché dipendendo dalla scheda grafica installata sul PC DirectX 11 si comporta meglio della versione più recente.

Microsoft
Quest’anno
3 mesi fa
292 KB

Vogliamo sapere la tua! Ti va di lasciarci una recensione?

Disconnesso

Disconnesso