Ecosia Online

Ecosia è un progetto di motore di ricerca basato su Bing che destina a progetti di riforestazione parte degli introiti pubblicitari ottenuti

8/10 (4 Voti)

I progetti tecnologici che si legano alla protezione dell'ambiente e alla sostenibilità sono sempre di più. Da telefoni come Fairphone che cercano di essere ecosostenibili fino a idee come questa che presentiamo: un motore di ricerca ecologista che destina parte degli introiti derivanti dalle ricerche a progetti di riforestazione in vari paesi. Stiamo parlando di Ecosia.

Cos'è Ecosia?

Proprio quello che hai appena letto: un motore di ricerca che dona l'80% dei suoi introiti a un programma che si occupa di piantare alberi tropicali in diversi posti: Perù, Madagascar, Indonesia e Burkina Faso. È stato lanciato nel 2009 da Christian Kroll e ha la sua sede a Berlino.

Tecnicamente è un motore di ricerca che si basa su Bing e che offre la possibilità di effettuare i seguenti tipi di ricerche:

  • Siti.
  • Immagini.
  • Notizie.
  • Video.
  • Mappe.

Inoltre si può cercare dentro altri siti web come lo stesso motore di ricerca di Google, Wikipedia, Amazon e YouTube. Permette anche si impostare filtri di ricerca per data dall'interfaccia principale e di localizzare la regione di ricerca per adattarla al paese e offrire così risultati più aderenti alla realtà dell'utente.

In ogni caso sulla parte destra dell'interfaccia si trova un menù dal quale si possono regolare varie impostazioni che ci permetteranno di personalizzare ancora di più le nostre ricerche.

Un interessante progetto per compensare l'orma ecologica che lascia ogni ricerca su Internet.

È vero tutto quello che dicono?

Di sicuro si tratta di un progetto che gode di opinioni e critiche per lo più favorevoli, anche perché per quanto riguarda le ricerche è affidabile, visto che si appoggia al motore di ricerca di Microsoft.

Sulla trasparenza economica, della quale alcuni dubitano, non si sono ombre. Anche se si afferma che il sistema utilizzato dalla Microsoft per Bing consumi più energia di quella che ipoteticamente viene compensata. Ecco dove si pone il dilemma Ecosia vs Google, perché questo effettivamente cerca di compensare il consumo energetico favorendo l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili.

Tu stesso puoi dare un'occhiata al motore di ricerca e al progetto, così come impostare la sua estensione nel tuo browser se usi Chrome o Firefox.

Ecosia
Oltre un anno fa
Otre un anno
-

Vogliamo sapere la tua! Ti va di lasciarci una recensione?

Disconnesso

Disconnesso