Come si passa da PDF a Word

In linea di principio, la conversione di un documento PDF in uno dei formati modificabili di Word non comporta alcuna difficoltà: di fatto Microsoft Word può agire come un convertitore da PDF a Word. Basta aprire un documento PDF dal menù File scegliendo l'opzione Apri per poterne disporre nel formato .DOCX completamente modificabile. È possibile farlo senza problemi di sorta se il PDF da convertire è stato generato dallo strumento di Word che si trova nella funzione Esporta del menù File. In questo caso si apre il documento e se ne modificano facilmente struttura e contenuto.

Ma se l'origine del file non è questo le cose cambiano e possono diventare problematiche. Se l'origine del PDF è sconosciuta è probabile che appaia destrutturato, con linee e pagine che non corrispondono alla formattazione originale. Questo accade perché Word funziona meglio con quei PDF  che contengono principalmente testo, mentre in presenza di elementi grafici, indipendentemente dal tipo, pone dei problemi. Di fatto questi sono gli elementi che non riconosce correttamente:

  • tabelle con spazi tra le celle.
  • colori di pagine e bordi.
  • rilevamento delle modifiche.
  • cornici.
  • note a piè di pagina che occupino più di una pagina.
  • note di chiusura.
  • audio, video e altri elementi attivi.
  • marcatori e tag.
  • commenti.
  • effetti dei font come ombreggiature e riflessi.

Per questo motivo Microsoft Word forse non è la migliore soluzione per convertire questo tipo di file nei formati compatibili. È preferibile fare ricorso a uno dei molti programmi di conversione da PDF a .DOCX esistenti, sia da scaricare che da utilizzare online per poi lavorare con il file ottenuto. Naturalmente sempre che non preferiamo sprecare del tempo conferendo nuovamente al testo una struttura e un formato accettabili.